Wednesday, 12 August, 2020

L’accordo storico raggiunto dal Consiglio europeo stamattina a Bruxelles su “Next Generation EU”, il Recovery Plan la ripartizione


L’accordo storico raggiunto dal Consiglio europeo stamattina a Bruxelles su “Next Generation EU”, il Recovery Plan la ripartizione
Un altro elemento che resta sostanzialmente invariato è la distribuzione dei “grants” agli Stati membri beneficiari, secondo la chiave di ripartizione decisa per i programmi che permettono di pre-allocare i fondi. Qui si conferma la “classifica” che vede come maggiore beneficiario in termini assoluti, di gran lunga, l’Italia (81 miliardi circa), seguita dalla Spagna (73 miliardi circa) e poi dalla Francia (40 mld) e dalla Polonia (33 mld). Al quinto posto compare la Germania (27 miliardi circa), seguita dalla Grecia (19 miliardi), e poi dalla Romania (18 mld) e dal Portogallo (16 mld).
Si tratta di stime ed elaborazioni tratte da grafici di fonte italiana, che sono state usate dal governo durante il negoziato europeo.Riguardo ai prestiti europei del Recovery Fund a cui potranno attingere i paesi membri, la classifica dei beneficiari, secondo le stesse fonti, vede di gran lunga al primo posto sempre l’Italia (quasi 120 miliardi di euro), e sempre la Spagna al secondo posto (90 miliardi). In terza posizione, molto staccata, la Polonia (39 miliardi), e poi di seguito Romania, Repubblica ceca, Portogallo, Grecia e Ungheria, con cifre tra i 19 e i 10 miliardi di euro.

Livorno, articolo pubblicato il 21 Luglio 2020
RIPRODUZIONE RISERVATA Radio Nuova Network leggi e diffondi #ilgazzettinodilivorno.com Radio Nuova Network punto com Quotidiano indipendente

ads1

Ads2 Ads3