Tuesday, 13 April, 2021

Serie A 27ma giornata è accaduto Incanta la Dea vince la Viola


Serie A 27ma giornata è accaduto Incanta la Dea vince la Viola

TORINO-INTER 1-2 Inter ritmo scudetto punti pesanti a Torino
Ancora una vittoria per l’Inter questa volta a Torino contro i granata per 2 a 1.
I nerazzurri sbloccano il risultato con un calcio di rigore di Lukaku a seguito del fallo commesso da Izzo che interviene sulle gambe del giocatore nerazzurro al 62′.
Al 70′ il pari dei granati a seguito di un corner la palla rimbalza termina sui piedi di Antonio Sanabria all’interno dell’area e da li riesce a segnare all’angolino basso di destra 1-1
All’85’ Alexis Sanchez, appena entrato, regala a Lautaro Martinez il pallone buono per segnare di testa il gol-vittoria. Lautaro Martinez si lancia con coraggio sul cross di Alexis Sanchez e trafigge da pochi metri Salvatore Sirigu con un bel colpo di testa all’angolino basso di destra.
Con questo risultato per l’Inter è l’ottava vittoria di fila, ma quanta fatica! Mentre per i granata è un sconfitta molto pesante per la classifica che occupa
IL TABELLINO TORINO-INTER 1-2
Torino (3-5-2): Sirigu ; Izzo , Lyanco, Bremer ; Vojvoda (43′ st Gojak), Lukic , Mandragora , Baselli (4′ st Linetty), Murru (22′ st Ansaldi); Sanabria (43′ st Belotti ), Verdi (22′ st Zaza). A disp.: Milinkovic-Savic, Buongiorno, Rodriguez, Bonazzoli, Ujkani, Ferigra.All.: Nicola
Inter (3-5-2): Handanovic ; Skriniar , De Vrij , Bastoni ; Hakimi (43′ st Darmian ), Barella, Brozovic (35′ st Sanchez ), Gagliardini (11′ st Eriksen ), Perisic (11′ st Young ); Lukaku, L. Martinez . A disp.: Radu, Ranocchia, D’Ambrosio, Kolarov, Vecino, Pinamonti, Darmian, Sensi.All.: Conte
Arbitro: Valeri
Marcatori: 17′ st Lukaku rig. (I), 25′ st Sanabria (T), 40′ st L. Martinez (I)
Ammoniti: Gagliardini (I)

PARMA-ROMA 2-0 Il Parma vince e si risolleva
Serie A: Parma-Roma 2-0, Mihaila e Hernani condannano Fonseca
La Roma perde 2-0 contro i ducali a Parma.
Al Tardini, i ducali sbloccano il match al primo affondo con Mihaila al 9′
I giallorossi vanno alla ricerca del pari, ma sono gli emiliani a sfiorare il raddoppio.
Il raddoppio arriva al 55′ a seguito di un calcio di rigore:Ibanez stende Pellé in area e Hernani si incarica della battuta dagli undici metri e spiazza il portiere
Con questo risultato i ducali vincono dopo 17 turni a secco; mentre per la Roma è un inatteso stop nella corsa Champions.
Mihaila l’attaccante romeno cresce in modo esponenziale gara dopo gara.
IL TABELLINO PARMA-ROMA 2-0
Parma (4-3-3): Sepe ; Conti (37′ st Laurini ), Osorio , Bani , Pezzella; Hernani (27′ st Grassi) , Brugman Kurtic; Man , Pellè (16′ st Zirkzee), Mihaila (37′ st Karamoh ). A disp.: Colombi, Brunetta, Cyprien, Bruno Alves, Dierckx, Busi, Zagaritis, Sohm. All.: Tarozzi (D’Aversa squalificato)
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez ; Mancini, Ibanez , Kumbulla (14′ st Cristante ); Bruno Peres (15′ st Reynolds ), Villar (34′ st Diawara ), Pellegrini (34′ st Mayoral ), Spinazzola; Pedro (14′ st Carles Perez), El Shaarawy ; Dzeko . A disp.: Mirante, Fuzato, Karsdorp, Santon, Calafiori, Pastore. All.: Fonseca
Arbitro: Piccinini
Marcatori: 9′ Mihaila (P), 10′ st rig. Hernani (P)
Ammoniti: Osorio (P), Bruno Peres (R), Pellegrini (R), Dzeko (R)

Serie A, Genoa-Udinese 1-1: al Ferraris un pari “accontenta” le due formazioni
Genoa-Udinese termina 1-1 nell’ultimo anticipo del sabato.
Al Ferraris, rossoblù di Ballardini in vantaggio al 10′ con una rete di Pandev, bravo a liberarsi sul primo palo in area, arriva la reazione dell’Udinese trascinata da De Paul: il centrocampista argentino al 30′ firma il pareggio dagli undici metri su calcio di rigore.
Occasione per il Genoa al 93′ ma è Il palo a fermare la palla calciata da Behrami .
Pereyra presente nelle azioni più pericolose dell’Udinese; è bravo a procurarsi il calcio di rigore con un ottimo inserimento in area, quando parte con le sue serpentine crea pericoli per la difesa avversaria.
Con questo risultato le due formazioni continuano a muovere la classifica. Il Genoa si porta a 28 punti momentaneamente a + 8 sul terzultimo posto mentre per l’Udinese il pari vale il decimo posto
IL TABELLINO GENOA-UDINESE 1-1
Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Zajc, Badelj , Strootman (37′ st Behrami ), Czyborra; Pandev (25′ st Scamacca ), Shomurodov (44′ st Pjaca). A disp.: Paleari, Marchetti, Onguene, Goldaniga, Ghiglione, Zapata, Portanova, Melegoni, Rovella. All.: Ballardini .
Udinese (3-5-1-1): Musso ; Becao, De Maio , Nuytinck ; Molina, De Paul , Arslan (18′ st Makengo), Walace, Larsen; Pereyra; Llorente (35′ st Nestorovski). A disp.: Scuffet, Gasparini, Bonifazi, Braaf, Zeegelaar, Okaka, Forestieri, Micin. All.: Gotti .
Arbitro: Camplone
Marcatori: 10′ Pandev (G), 30′ rig. De Paul (U)
Ammoniti: Pandev, Criscito, Badelj (G); Nestorovski (U)

Serie A: Benevento-Fiorentina 1-4, Una viola Travolge il Benevento
La Fiorentina travolgee sbanca il Benevento,4-1.
Il grande protagonista è Vlahovic, che cala una tripletta nel primo tempo: l’attaccante apre le marcature all’8′,il serbo tutto solo in area fa secco Montipò dopo aver ricevuto un cross di Eysseric deviato da Improta. Il raddoppio arriva al 26′ su respinta diMontipò Vlahovic tira un diagonale e la palla si insacca.Prima della conclusione del primo tempo Vlahovic realizza il terzo gol propiziato da un lungo lancio di Dragowski per il serbo che da fuori area calcia di sinistro con la palla si infila nel set . Al 56′ il gol della bandiera di Ionita. Poker Eysseric al 75′.
Con questo risultato la Fiorentina si allontana dalla zona pericolante.
IL TABELLINO BENEVENTO-FIORENTINA 1-4
Benevento (4-3-2-1): Montipò ; Improta, Tuia, Glik , Barba; Hetemaj (24′ st Lapadula), Schiattarella, Viola (1′ st Insigne); Ionita (32′ st Tello), Caprari (40′ st Foulon ); Gaich (32′ st Sau). A disp: Manfredini, Lucatelli, Caldirola, Di Serio, Moncini, Pastina. All.: F. Inzaghi
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella , Martinez Quarta (45′ st Maxi Olivera ); Caceres , Bonaventura (33′ st Borja Valero ), Pulgar, Eysseric (34′ st Callejon ), Venuti ; Ribery (45′ st Montiel), Vlahovic (33′ st Kouame). A disp.: Terracciano, Rosati, Castrovilli, Malcuit, Barreca. All.: Prandelli
Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 8′, 26′ e 46′ pt Vlahovic (F), 11′ st Ionita (B), 30′ st Eysseric (F)
Ammoniti: Glik (B), Pulgar (F), Schiattarella (B)
Note: Al 65′ ammonito Inzaghi (B)

Serie A, Atalanta-Spezia 3-1: la Dea incanta con Pasalic e la magia di Muriel.
L’Atalanta si rialza subito dopo il KO contro l’Inter e riprende la corsa per la zona Champions. La squadra di Gasperini batte 3-1 al Gewiss Stadium con le reti tutte nella ripresa.
Al 54′ la Dea passa in vantaggio grazie a Pasalic; passa un solo minuto al 55′ arriva il raddoppio una magia di Muriel con la palla che si infila all’incrocio dei pali; altro splendido gol è quello di Pasalic che al 73′ cala il tris firmando una sua doppietta.Nel finale gol di Piccoli all’82’ segna il gol della bandiera per i liguri.
Pasalic nel primo tempo è stato chiuso da Sena e Ricci che gli hanno impedito di esprimersi al meglio poi nel corso della ripresa è riuscito ad esprimersi al meglio ed è riuscito a firmare una bella doppietta.
Muriel un gol, una magia.La sua rete una magia che si infila all’incrocio dei pali mostrando il meglio del repertorio.
Con questo risultato l’Atalanta agguanta provvisoriamente la Juventus a quota 52 punti al terzo posto; mentre per lo Spezia si inserisce il numero 13 nella casella delle sconfitte in campionato e rimane invischiato nella lotta retrocessione.
IL TABELLINO ATALANTA-SPEZIA 3-1
Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Toloi , Palomino, Djimsiti (10′ st Romero); Maehle, De Roon , Freuler , Gosens (46′ st Ruggeri); Pasalic (46′ st Pessina); Ilicic (21′ st Malinovskyi ), Muriel (21′ st Zapata).A disp.: Rossi, Gollini, Lammers, Caldara, Kovalenko, Ghislandi, Miranchuk. All.: Gasperini
Spezia (4-3-3): Zoet ; Vignali (21′ st Acampora ), Ismajli (35′ st Chabot) , Erlic, Marchizza ; Sena , Ricci, Maggiore (21 st Estevez); Verde , (35′ st Farias), Nzola (35′ st Piccoli), Gyasi .A disp.: Galabinov, Terzi, Bastoni, Ferrer, Pobega, Agudelo. All.: Italiano
Arbitro: Marini
Marcatori: 9′ st Pasalic (A), 10′ st Muriel (A), 28′ st Pasalic (A), 37′ st Piccoli (S)
Ammoniti: Toloi, De Roon (A)

Serie A, Lazio-Crotone 3-2: Caicedo nel finale regala la vittoria ai biancocelesti
Torna al successo in campionato la Lazio ha battuto 3-2 il Crotone.
La squadra di Inzaghi, reduce da tre sconfitte negli ultimi quattro turni, è andata avanti tre volte, prima con Milinkovic-Savic al 14′ con un destro al volo e poi con Luis Alberto dal limite al 39′, ed infine all’84’ con Caicedo; Di Simy, alla seconda doppietta di fila, le reti del Crotone.
IL TABELLINO LAZIO-CROTONE 3-2
Lazio (3-5-2): Reina ; Patric, Acerbi , Radu (38′ st A. Pereira); Marusic , Milinkovic-Savic , Leiva (25′ st Escalante), Luis Alberto, Fares (25′ st Lulic); Correa (31′ st Muriqi), Immobile (31′ st Caicedo). A disp.: Strakosha, Alia, Musacchio, Parolo, Cataldi, Hoedt. All.: S. Inzaghi .
Crotone (3-5-2): Cordaz ; Magallan (1′ st Djidji), Golemic , Luperto ; P. Pereira (25′ st Benali ), Messias, Petriccione, Molina , Reca (20′ st Rispoli); Ounas , Simy . A disp.: Festa, Crespi, Cuomo, Henrique, Zanellato, Di Carmine, Dragus, Riviere. All.: Tradioli .
Arbitro: Rapuano
Marcatori: 14′ Milinkovic-Savic (L), 29′ Simy (C), 39′ Luis Alberto (L), 5′ st rig. Simy (C), 39′ st Caicedo (L)
Ammoniti: Djidji, Rispoli, Petriccione (C)

Serie A, Sassuolo-Verona 3-2: Traoré la decide nel finale, vittoria e sorpasso all’ottavo posto
Al Mapei Stadium l’ivoriano risolve la contesa all’81’, due minuti dopo l’illusorio pareggio di Dimarco, permettendo alla sua squadra di sopravanzare proprio l’Hellas in classifica

Il Sassuolo batte 3-2 il Verona in una bella e vivace partita dall’inizio alla fine.
Locatelli porta in vantaggio i padroni di casa al 4’, Lazovic pareggia al 43’; al 51’ è Djuricic a riportare avanti i neroverdi,arriva il pareggio al 79’ degli ospiti con Dimarco ma Traoré, dopo appena due minuti, firma il gol che vale i tre punti.
Con questo risultato i neroverdi effettuano il sorpasso in classifica all’ottavo posto, ai danni proprio dell’Hellas.
Traoré Entra al posto di Defrel a metà ripresa, è freddissimo in occasione del gol che vale il successo.
IL TABELLINO SASSUOLO-VERONA 3-2
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan , Chiriches (42’ st Ayhan ), G. Ferrari, Kyriakopoulos ; Obiang , Locatelli (39’ st Lopez ); D. Berardi , Defrel (22’ st H. Traoré), Djuricic (22’ st Marlon ); Caputo .A disp.: Pegolo, Magnanelli, Rogerio, Boga, Peluso, Muldur, Raspadori, Haraslin. All.: De Zerbi
Verona (3-4-2-1): Silvestri ; Magnani (22’ st Bessa ), Günter (10’ st Dawidowicz ), Ceccherini ; Faraoni (1’ st Dimarco), Tameze (10’ st Sturaro), Veloso , Lazovic; Barak, Zaccagni (39’ st Salcedo); Lasagna.A disp.: A. Berardi, Pandur, Lovato, Favilli, Udogie, Ilic, Cetin. All.: Juric
Arbitro: Prontera
Marcatori: 4’ Locatelli (S), 43’ Lazovic (V), 6’ st Djuricic (S), 34’ st Dimarco (V), 36’ st H. Traoré (S)
Ammoniti: Faraoni (V), Djuricic (S), Magnani (V), Locatelli (S), H. Traoré (S)
Note: al 44’ st espulso dalla panchina Juric (allenatore del Verona) per proteste

Livorno, articolo pubblicato dalla redazione il 13 Marzo 2021

Pubblicità locale


RIPRODUZIONE RISERVATA Radio Nuova Network
leggi e diffondi #ilgazzettinodilivorno.com Radio Nuova Network punto com
Quotidiano indipendente












Il Gazzettino di Livorno, il quotidiano indipendente della città di Livorno, invita alla visione delle interessanti proposte pubblicitarie a Voi dedicate. Grazie per la gentile attenzione
http://playsistem9.wixsite.com/publigold

ads1

Ads2 Ads3

Ascolta RNN

tututu

LIVE OFFLINE
track image
Loading...