Monday, 21 October, 2019

Si è chiusa in grande stile la positivissima stagione agonistica del Livorno Rugby under 16


Si è chiusa in grande stile la positivissima stagione agonistica del Livorno Rugby under 16. I ragazzi biancoverdi (nati negli anni 2003 e 2004), dopo aver chiuso (con 74 punti ed un ruolino di 13 vittorie e 3 sconfitte) al secondo posto il proprio girone elite (il raggruppamento del centro Italia), hanno dato un saggio delle proprie doti anche nel (morbido) campionato toscano ‘seven’, un simpatico evento che, in chiusura d’annata, ha coinvolto varie squadre della regione. I labronici, dando l’impressione di non premere fino in fondo il piede sull’acceleratore, hanno ‘dominato’ anche l’ultimo atto del torneo. Per ‘campionato seven’ s’intende, ovviamente, il campionato riservato a compagini con sette atleti in campo. Una variante del classico gioco a quindici, nel quale gli spazi sono maggiori e le azioni viaggiano veloci. La finale del torneo si è giocata domenica sul sintetico del terreno ardenzino ‘Maneo’. Livornesi dunque ‘profeti in patria’, capaci di vincere senza alcuna difficoltà le gare giocate. Al via della finale, quattro squadre. Quella biancoverde era l’unica delle compagini presenti ad aver disputato il torneo elite. Nette le differenze di valori emerse nelle gare. Livorno, dunque, in scioltezza, campione regionale ‘seven’. La fase finale si è snodata con una sorta di girone all’italiana: ciascuna squadra ha affrontato le altre tre. Tre agevoli affermazioni su tre partite per i padroni di casa, che hanno concluso con 19 mete messe a segno ed 1 sola incassata. In rapida successione, i labronici hanno liquidato il Lucca 25-5 (5 mete a 1), lo Iolo 58-0 (10 mete a 0) ed il Sieci 20-0 (4 mete a 0). Una domenica divertente, senza particolari pressioni. Il modo più bello per chiudere un’annata ricca di soddisfazioni e caratterizzata da importanti traguardi. Questi gli atleti ruotati dai tecnici Ceccherini e Barsacchi nelle tre partite ‘seven’ del ‘Maneo’: Gragnani, Gesi, Orsini, Schillaci, Rossi, Tavella, Piram, Lavorenti, Simi, Casini, Cantini, Nannoni.