NOTIZIE DAL COMUNE DI LIVORNO

0
403

La Giunta Comunale ha rideterminato il quadro tecnico-economico delle bonifiche; scuole XI Maggio: rimozione dellamianto prima dell’inizio dell’anno scolastico. Nuovi fondi anche per un intervento all’ex laboratorio delle Pistelli.
Sarà portato a termine prima dell’inizio dell’anno scolastico l’intervento di rimozione del materiale contenente amianto dalle scuole XI Maggio. Questo materiale era stato rinvenuto a inizio 2017 accanto alla palestra della scuola di via Bois, in seguito ad una movimentazione del terreno in occasione dell’iniziativa “Arte nell’Orto”. Era stato immediatamente disposto un sopralluogo congiunto da parte dei tecnici di Comune e Asl. Gli esiti del sopralluogo avevano confermato la presenza dell’amianto, e di conseguenza una porzione dell’area di pertinenza della scuola era stata transennata e ricoperta con teli protettivi. Recentemente la Giunta Comunale, con la delibera n. 476 del 4 agosto 2017, ha approvato una rideterminazione del quadro tecnico-economico dell’appalto approvato a dicembre 2016 (da 101mila euro) per la rimozione di materiali contenenti cemento-amianto dagli immobili comunali. La rideterminazione prevede l’incremento dello stesso appalto con le risorse derivanti dalle economie di gara (14mila euro), in modo da portare a termine sia la bonifica delle XI Maggio, sia la rimozione di pannelli in cemento-amianto rinvenuti durante l’esecuzione di lavori al controsoffitto dell’ex laboratorio delle scuole Pistelli. La ditta incaricata, essendo già all’opera in città per i vari interventi affidati, ha programmato i lavori alle XI Maggio in modo che siano conclusi prima dell’inizio dell’anno scolastico. Per quanto riguarda i terreni limitrofi, l’intervento di rimozione di alcuni manufatti contenenti amianto da un giardino privato posto a nord delle XI Maggio si è concluso a fine marzo (il sindaco Nogarin aveva firmato una specifica ordinanza con la quale si davano al proprietario 45 giorni di tempo per mettere in sicurezza e rimuovere il materiale). In un’altra area verde confinante con la scuola (prima di proprietà dei Vivai Carrai e adesso acquisita dal Comune di Livorno) i lavori di bonifica dall’amianto erano invece stati eseguiti dal Comune l’anno scorso. FABIO GIORGI
Aggiudicato l’appalto per l’impermeabilizzazione delle coperture al liceo Niccolini-Palli
I lavori nel mese di settembre senza conseguenze per il regolare svolgimento delle lezioni
La Provincia ha aggiudicato l’appalto per i lavori di manutenzione straordinaria che interessano la sede del liceo classico “Niccolini-Palli”, in via E. Rossi, a Livorno.
L’intervento riguarderà l’impermeabilizzazione e la messa in sicurezza di parte delle coperture, nonché delle terrazze piane e dei torrini, Saranno, inoltre, sostituiti parte degli infissi deteriorati su una delle facciate dell’immobile. L’intervento sulle coperture sarà l’occasione per bonificare e/o smaltire i manufatti che contengono amianto, situati comunque in aree confinate.
Questi lavori sono propedeutici al successivo risanamento definitivo dei soffitti dei corridoi e di alcune aule del secondo piano, che potranno quindi essere recuperate alla normale fruibilità didattica. L’appalto, per un costo complessivo di circa 330.000 euro, è stato vinto dalla ditta Impiglia di Serra San Quirico (Ancona).
I lavori inizieranno entro la prima metà di settembre e non avranno alcun impatto sul regolare svolgimento delle lezioni, visto che l’area di cantiere si trova sulle aree esterne dell’immobile e le operazioni interesseranno, per quasi l’intera durata dei lavori, porzioni di edificio dove non si svolgono attività didattiche.
“L’intervento – sottolinea il presidente della provincia Alessandro Franchi – fa parte del Piano per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici, che nel corso dell’anno ha visto l’effettuazione di altri importanti lavori nelle scuole superiori di Livorno, tra cui il recupero delle facciate del Liceo Enriques e dell’ITC Vespucci, l’impermeabilizzazione di una porzione di copertura piana dell’ITI Galilei e il successivo risanamento dei soffitti sottostanti, danneggiati dalle infiltrazioni”.
Silvia Motroni Ufficio Stampa Provincia di Livorno