Olanda: Flevoland, dove si vive sul fondale

La provincia olandese ospita il polder più grande del mondo che si può visitare anche in bicicletta

0
1298

Il Flevoland è una regione dell’Olanda situata nel centro del paese dove una volta si trovava il Zuiderzee, ovvero il Mare del Sud, un grande mare interno esistito sin dal Medioevo fino al 1932. Fu in quell’anno, infatti, che venne costruita la diga Afsluitdijk, che ha trasformato la zona in un luogo dove la natura incontaminata fa da cornice a meravigliose esperienze di visita e scoperta e dove gli abitanti vivono letteralmente sul fondale dell’ex mare. Quelle che una volta erano isole, come Urk e Schokland dove sorgono tipici villaggi di pescatori, sono inglobate sulla terraferma e spiccano città moderne come Almere e Lelystad, ricche di opere d’arte e architettura affascinanti.

FLEVOLAND: SCOPRIRE IL POLDER DELLE MERAVIGLIE

Se si vuole scoprire di più su questo maestoso progetto di bonifica basta recarsi a Batavialand, un centro dedicato al patrimonio dei Paesi Bassi: si tratta di un parco storico dove viene illustrata l’opera di trasformazione del Flevoland ad incominciare dai pionieri che per primi si insediarono nei polder prosciugati. Durante la bonifica sono affiorati alla luce centinaia di relitti: se ne contano 435 con quasi 33 m ila oggetti risalenti al periodo compreso tra il 1200 e il 1900. Il Flevoland vanta quindi uno dei più grandi cimiteri di navi all’asciutto del mondo. I relitti sono tutt’oggi individuabili presso il Batavialand grazie alla presenza di pali bianchi e blu alti 3 metri con una nave rossa all’estremità: l’attrazione principale è il “Batavia”, una ricostruzione della nave appartenente alla compagnia delle Indie orientali.

Intorno alla provincia del Flevoland si trovano 251 chilometri di dighe che proteggono il territorio dalle acque con una gestione efficiente delle acque, realizzata per mezzo di impressionanti impianti idrovori. E che ha dato vita, talvolta anche in maniera spontanea, a nuove aree naturali. La Riserva naturale di Oostvaardersplassen costituisce la maggiore area naturale acquatica dell’Olanda, con grandi mandrie di cavalli Konik e bovini di Heck ed è luogo di riproduzione per numerose specie di uccelli acquatici come l’aquila di mare.

 

Lo Horsterwoldè il più vasto bosco di latifoglie ininterrotto dell’Europa occidentale. Il Waterloopbos stupisce i visitatori con modelli in scala di 30 grandi opere idrauliche di tutto il mondo. Chi visita la zona può percorrere la “Nieuwland Fietsroute”, un percorso ciclabile che permette di passare lungo le chiuse che separano il lago Markermeer dall’IJsselmeer e vedere come la provincia del Flevoland sorga su un fondale marino prosciugato: il dislivello di circa 4,8 metri è infatti chiaramente visibile. Il percorso prosegue in direzione delle Oostvaardersplassen, dove si può osservare una zona unica in Europa ricca di canneti, praterie e fauna selvatica.