Sunday, 07 March, 2021

Serie A la 23a giornata


Serie A la 23a giornata
Serie A, Juventus-Crotone 3-0: CR consegna a Pirlo il terzo posto
La Juventus batte 3-0 il Crotone e scavalca la Roma al terzo posto.
I bianconeri faticano a trovare inizialmente spazi ma la sbloccano al 39′ con un gran colpo di testa di Ronaldo e poco dopo lo stesso CR7 replica.
Nella ripresa gli uomini di Pirlo gestiscono bene il vantaggio e la chiudono al 66′ con la rete di McKennie.
Con questo risultato la juve vola in solitaria al terzo posto e la doppietta di CR7 permette di scalzare Lukaku in vetta alla classifica cannonieri. Per quanto riguarda il Crotone ultimo posto con la 17ma sconfitta in campionato.
IL TABELLINO Juventus-Crotone 3-0
Juventus (4-4-2): Buffon ; Danilo, Demiral , De Ligt, Alex Sandro (41′ st Frabotta); Chiesa (41′ st Di Pardo), Bentancur (25′ st Fagioli), McKennie, Ramsey (31′ st Bernardeschi); Kulusevski (31′ st Morata), RonaldoAllenatore: Pirlo
Crotone (4-4-2): Cordaz ; Pereira , Magallan, Golemic, Luperto (1′ st Marrone ); Messias, Molina (27′ st Zanellato), Vulic, Reca (22′ st Rispoli); Ounas (27′ st Simy), Di Carmine (32′ st Riviere).Allenatore: Stroppa
Arbitro: Marini
Marcatori: 39′ e 45+2′ Ronaldo (J), 21′ st McKennie (J)
Ammoniti: Ramsey (J), Danilo (J), Marrone (C), Frabotta (J)

Serie A, Benevento-Roma 0-0: bloccata la Roma
Un lungo assedio della Roma che non riesce a sfondare il muro eretto dai ragazzi di Inzaghi. Il Var cancella al 95′ un rigore assegnato a El Shaarawy per un fuorigioco a inizio azione.
Con questo risultato i giallorossi restano al terzo posto, mentre i campani mantengono l’ampio margine sulla zona retrocessione.
IL TABELLINO Benevento-Roma 0-0
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Barba , Foulon ; Hetemaj (34′ st Tello), Schiattarella, Viola (14′ st Caldirola); Ionita, Caprari (23′ st Insigne); Lapadula (34′ st Moncini ).Allenatore: Inzaghi
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez ; Fazio (27′ st Juan Jesus ), Mancini, Spinazzola ; Karsdorp (27′ st Pedro ), Villar, Veretout (13′ st Dzeko ), Peres ; Mkhitaryan (37′ st El Shaarawy ), Pellegrini ; Mayoral.Allenatore: Fonseca
Arbitro: Pairetto
Ammoniti: Schiattarella (B), Fazio (R), Montipò (B)
Espulsi: Glik (B) somma di ammonizioni

Serie A: Atalanta-Napoli 4-2, la Dea è in zona Champions
l’Atalanta batte 4-2 il Napoli e si riporta in piena zona Champions League.
Un primo tempo con poche emozioni e segnato dall’espulsione di Gasperini,che ha protestato per un rigore non concesso.
Al 52′ la gara si sblocca: assist di Muriel per Zapata che sovrasta di testa Mario Rui e batte Meret. Al 58′ il pareggio dei partenopei con Politano che vede l’inserimento centrale di Zielinski che al volo fa secco Gollini . Muriel vince un paio di rimpalli, pallone a Zapata che taglia sul secondo palo per Gosens che di sinistro non sbaglia e porta nuovamente la Dea in vantaggio al 64′.Muriel al 71′ cala il tris con un sinistro sotto l’incrocio dopo aver saltato Rrahmani. Un’autorete di Gosens su cross di Politano al76′ rimette nuovamente in pista il Napoli;il poker arriva al 79′: corner di Muriel spizzato da Djimsiti e ancora Romero di testa infila la porta.
Muriel il colombiano ha davvero una marcia in più di tutti. Regala a Zapata l’assist dell’1-0, realizza il terzo gol con un sinistro sotto l’incrocio e partecipa attivamente anche alle altre segnature; oltre ad essere il capocannoniere della Dea con 14 reti segnate.
Con questo risultato l’Atalanta si colloca a quota 43 in classifica in piena zona champions; mentre il Napoli resta a 40 punti a ben 13 punti dalla capolista Inter sempre in zona Europa.
IL TABELLINO ATALANTA-NAPOLI 4-2
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi , Romero , Djimsiti ; Maehle (45′ st Sutalo ), De Roon , Freuler (33′ st Pasalic), Gosens ; Pessina (39′ st Palomino ); Muriel (39′ st Miranchuk ), Zapata (45′ st Malinovskyi ). A disp.: Rossi, Sportiello, Lammers, Caldara, Kovalenko, Ruggeri, Ilicic. All.: Gasperini
Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani , Maksimovic (33′ st Koulibaly), Mario Rui (33′ st Ghoulam ); Fabian Ruiz , Bakayoko , Zielinski ; Politano, Osimhen, Elmas (8′ st Insigne ). A disp.: Contini, Idasiak, Zedadka, Costanzo, Lobotka, Labriola, Cioffi, D’Agostino. All.: Gattuso
Arbitro: Di Bello
Marcatori: 7′ st Zapata (A), 13′ st Zielinski (N), 19′ st Gosens (A), 26′ st Muriel (A), 31′ st aut. Gosens (N), 34′ st Romero (A)
Ammoniti: Di Lorenzo (N), Djimsiti (A). Gosens (A)
Espulsi: Al 26′ espulso Gasperini (A) per proteste nei confronti dell’arbitro

MILAN-INTER 0-3 Trionfo Inter vola a +4 dai rossoneri secondi
Inter trionfale stravince il derby della Madonnina e lascia il Milan 4 punti dietro.
Ottima Inter nel primo tempo con il gol ‘facile’ per Lautaro Martinez che si lancia sul cross morbido di Romelu Lukaku e di testa da due passi insacca sotto la traversa;
Il Milan non ci sta e prova a rispondere soprattutto ad inizio secondo tempo ma Handanovic compie delle parate che possono essere paragonati a gol.
Al 56′ il raddoppio nerazzurro Perisic consegna il pallone a Lautaro Martinez che da due passi spara in rete all’angolino basso di sinistra lasciando sul posto l’incolpevole portiere.
Il tris al 66′ con Romelu Lukaku termina la propria azione personale in area con un bel tiro che batte Donnarumma all’angolino basso di sinistra.
Handanovic dopo un primo tempo di noia poi si vede arrivare fuoco a raffica da Ibra e Tonali strepitoso in tutti e tre i casi.
Ibrahimovic ci prova in tutti i modi,di tacco, in acrobazia,di testa ma solo un super Handanovic gli toglie la soddisfazione del gol.
Con questo risultato l’Inter prova la fuga mentre il Milan rischia di perdere contatto.
IL TABELLINO MILAN-INTER 0-3
Milan(4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer , Romagnoli , T. Hernandez ; Tonali (22′ st Meitè ), Kessie ; Salemaekers (22′ st Leao ), Calhanoglu , Rebic ; Ibrahimovic (30′ st Castillejo ). A disp.: Tatasuranu, A. Donnarumma, Dalot, Tomori, Kalulu, Gabbia, Krunic, B.Diaz.All.: Pioli
Inter (3-5-2): Handanovic ; Skriniar, De Vrij , Bastoni ; Hakimi (38′ st Young ), Barella (41′ st Vidal), Brozovic , Eriksen (33′ st Gagliardini), Perisic (33′ st Darmian ); Lukaku , L. Martinez (33′ st Sanchez ). A disp.: Radu, Padelli, Ranocchia, Pinamonti, Kolarov, D’Ambrosio, Vecino.All.: Conte
Arbitro: Doveri
Marcatori: 5′ pt L. Martinez (I), 11′ st L. Martinez (I), 21′ st Lukaku (I)
Ammoniti: Kjaer, Saelmaekers (M), Hakimi (I)

Serie A, Parma-Udinese 2-2: Scappa il Parma poi la doppia rimonta dei Friulani
Finisce in parità l’anticipo del lunch match al Tardini tra Parma e Udinese 2-2.
Parma avanti di due reti poi la rimonta friulana nella ripresa.
Ducali avanti già al 3′ con il colpo di testa di Cornelius; il raddoppio dal dischetto da Kucka al 32′; nel secondo tempo i friulani riaprono il match con la rete di Okaka al 64′; la rimonta si completa con Nuytinck a dieci minuti dal termine.
Con questo risultato il parma rimane penultimo a 14 puntimentre l’Udinese sale a 25 punti.
IL TABELLINO PARMA-UDINESE 2-2
Parma (4-3-3): Sepe; Conti, Bani , Gagliolo, Pezzella (34′ st Laurini); Kucka, Brugman (25′ st Cyprien ), Hernani (21′ st Grassi ); Karamoh (21′ st Man), Cornelius, Mihaila (34′ st Alves). A disp.: Colombi, Iacoponi, Osorio, Busi, Zirkzee, Sohm, Brunetta. All.: D’Aversa .
Udinese (3-5-2): Musso ; Becao (1′ st Molina), Nuytinck, Bonifazi ; Larsen , De Paul , Arslan , Walace (1′ st Nestorovski), Zeegelaar (22′ st Ouwejan ); Pereyra , Llorente (15′ st Okaka ). A disp.: Scuffet, Gasparini, Samir, De Maio, Braaf, Micin. All.: Gotti .
Arbitro: Irrati
Marcatori: 3′ Cornelius (P), 32′ rig. Kucka (P), 19′ st Okaka (U), 35′ st Nuytinck (U)
Ammoniti: Brugman, Cornelius, Bani, Mihaila, Hernani, Man, Conti (P); Zeegelaar, Musso, De Paul, Pereyra (U)

Serie A, Sassuolo-Bologna 1-1: Finisce in parità il derby emiliano tra Sassuolo e Bologna
Dopo il vantaggio di Soriano per i rossoblù complice un regalo di Marlon al 17′, poi l’assedio del Sassuolo alla porta di Skorupski produce solamente al pareggio di Caputo al 52′.
Con questo risultato il Sassuolo è in ottava posuizione a quota 35 punti mentre per il Bologna sale a 25 punti appaiato alla Fiorentina.
IL TABELLINO SASSUOLO-BOLOGNA 1-1
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli ; Muldur (25′ st Toljan ), Marlon, Ferrari , Rogerio ; Magnanelli (1′ st Traoré), Locatelli; Berardi , Lopez (42′ st Raspadori ), Djuricic (25′ st Defrel ); Caputo . A disp.: Pegolo, Chiriches, Peluso, Kyriakopoulos, Ayhan, Obiang, Haraslin, Oddei. All.: De Zerbi
Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu , Danilo, Soumaoro, Hickey ; Dominguez (35′ st Baldursson ), Svanberg (34′ De Silvestri), Soriano ; Orsolini (17′ st Skov Olsen ), Barrow (17′ st Palacio), Sansone (17′ st Schouten). A disp.: Da Costa, Ravaglia, Antov, Mbaye, Juwara, Vignato. All.: Mihajlovic .
Arbitro: La Penna
Marcatori: 17′ Soriano (B), 7′ st Caputo (S)
Ammoniti: Traoré (S)
Espulsi: 30′ Hickey (B) per gioco violento

Serie A, Genoa-Verona 2-2: Badelj in pieno recupero pareggia per i rossoblù
Emozioni e rocambolesco pari tra Genoa e Verona al Ferraris.
Le reti: Hellas in vantaggio al 17’ con Ilic, servito da Barak, che da due passi “spara” in rete all’incrocio di sinistra lasciando sul posto l’incolpevole portiere; Poco dopo occasione per Lasagna che fallisce clamorosamente il raddoppio. I rossoblù pareggiano i conti al 48’ con il subentrato Shomurodovche termina la propria azione personale in area con un bel tiro che batte Marco Silvestri all’angolino basso di destra. 1:1. Al 63′ Davide Faraoni ribadisce in rete nel sette di destra dopo che il pallone è rimbalzato sui suoi piedi in area, riportando il Verona avanti. Badelj sfrutta un rimpallo e senza pensare alla distanza calcia verso la porta e la palla s’infila in rete per il definitivo pari
Ilic Secondo gol in campionato per il centrocampista serbo il suo sinistro dalla zona del dischetto fa restare immobile Perin, che nulla può sul pallone che termina angolato alla sua destra.
Con questo risultato entrambe le squadre muovono la classifica mantenendo una posizione di centroclassifica.
IL TABELLINO GENOA-VERONA 2-2
Genoa (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Strootman (22’ st Pandev ), Badelj, Zajc (1’ st Shomurodov), Czyborra (1’ st Pellegrini Lu.); Destro (22’ st Scamacca), Pjaca (10’ st Rovella). A disp.: Marchetti, Goldaniga, Behrami, Portanova, Ghiglione, Melegoni, Onguéné. All. Ballardini
Verona (3-4-2-1): Silvestri ; Magnani, Gunter, Lovato (1’ st Cetin); Faraoni (23’ st Vieira), Ilic (37’ st Veloso), Tameze (48’ st Sturaro), Lazovic; Zaccagni (37 st Bessa ), Barak; Lasagna. A disp.: Berardi, Pandur, Salcedo, Favilli, Udogie, Benassi, Amione. All. Juric
Arbitro: Marchetti
Marcatori: 17’ Ilic (V), 3’ st Shomurodov (G), 16’ st Faraoni (V), 50’ st Badelj (G)
Ammoniti: Strootman (G), Cetin (V)

Serie A: Lazio-Sampdoria 1-0, decide Luis Alberto
Primo tempo tutto della squadra di Inzaghi, che poi inizia a pensare al Bayern, soffre moltissimo ma incamera 3 punti importanti
La Lazio risolve la sfida con la Sampdoria nel primo tempo.
Decide Luis Alberto al 24′ con una bella rete che permette ai biancocelesti di incassare i tre punti.Inoltre la lazio crea altre azioni pericolose che non vengono finalizzate.
Un gol ottimo e soprattutto mette in evidenza la coralità di squadra; Luis Alberto raccoglie l’ultimo passaggio e calcia sulla destra. Il portiere non può niente e la palla si infila in rete.
Con questo risultato per la Lazio è il terzo posto provvisorio alla pari con la Roma; mentre per la Sampdoria la sconfitta la tiena a quota 30 punti in pieno centro classifica.
IL TABELLINO LAZIO-SAMPDORIA 1-0
Lazio (3-5-2): Reina 6; Patric , Acerbi , Musacchio; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva (18′ st Escalante ), Luis Alberto (18′ st Muriqi), Lulic (10′ st Fares ); Correa (10′ st Akpa Akpro ), Immobile (41′ st Caicedo ). All.: S. Inzaghi . A disp.: Alia, Armini, Cataldi, G.Pereira, Parolo.
Sampdoria (3-4-1-2): Audero ; Ferrari , Yoshida (1′ st Jankto), Colley ; Candreva (36′ st Torregrossa), Silva , Ekdal , Augello ; Ramirez (1′ st Bereszynski); Quagliarella, Keita (22′ st Damsgaard ). All.: Ranieri. A disp.: Letica, Tonelli, Regini, Leris, Thorsby, Verre, Askildsen, Gabbiadini.
Arbitro: Massa
Marcatori: 24′ pt Luis Alberto (L)
Ammoniti: Lulic, Escalante, Patric (L), Silva, Ekdal, Colley (S)

Serie A: Fiorentina-Spezia 3-0, Vittoria importante per la viola
La Fiorentina batte 3-0 lo Spezia, si risolleva dopo due sconfitte di fila.
Castrovilli entrato al 46′ della prima frazione per l’infortunato Bonaventura, serve a Vlahovic l’assist dell’1-0 (49′) e chiude il match al 64′. Tris di Eysseric all’83’.
IL TABELLINO FIORENTINA-SPEZIA 3-0
Fiorentina (3-5-2): Dragowski ; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Venuti (40′ st Caceres ), Amrabat (15′ st Borja Valero), Pulgar, Bonaventura (46′ Castrovilli ), Biraghi (40′ st Igor ); Vlahovic , Kouame (1′ st Eysseric). A disp.: Terracciano, Rosati, Maxi Olivera,, Malcuit, Montiel, Callejon, Kokorin. All.: Prandelli
Spezia (4-3-3): Provedel ; Vignali (40′ st Piccoli ), Chabot , Ismajli , Marchizza (11′ Ramos ); Estevez , Ricci , Maggiore (18′ st Leo Sena ); Gyasi, Agudelo (18′ st Galabinov), Saponara (18′ st Verde ). A disp.: Zoet, Acampora, Agoume, Capradossi, Ferrer, Pobega, Dell’Orco. All.: Italiano
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 4′ st Vlahovic (F), 19′ st Castrovilli (F), 38′ st Eysseric (F)
Ammoniti: Amrabat (F), Eysseric (F), Borja Valero (F), Martinez Quarta (F)
Note: All’11 Marchizza (S) ha lasciato il campo in barella dopo un contatto testa a testa con Kouame

Serie A, Cagliari-Torino 0-1: Nicola prima vittoria con il Torino con allungo
Importante vittoria per il Torino, che batte 1-0 in trasferta il Cagliari in una gara con poche emozioni.
Il guizzo decisivo di Bremer che al 76’ con un colpo di testa vincente insacca la palla in rete. I sardi hanno cercato una reazione ma con poco successo. Anzi i padroni di casa hanno rischiato il tracollo in due occasioni, all’84’ con Belotti e in pieno recupero con Rincon.
Con questo risultato il Torino trova la vittoria dal 3 gennaio oltre ad essere il sesto risultato utile consecutivo, un andamento che vale il +5 sul terzultimo posto occupato proprio dal Cagliari. I Sardi incassano la 14ma sconfitta stagionale in campionato ed ora la panchina di Di Francesco è sempre più a rischio.
IL TABELLINO CAGLIARI-TORINO 0-1
Cagliari (3-4-1-2): Cragno; Ceppitelli (34’ st Pereiro ), Godin , Rugani ; Zappa (44’ st Duncan ), Nandez, Marin , Lykogiannis; Nainggolan (34’ st Pavoletti); Joao Pedro, Simeone (25’ st Cerri). A disp.: Aresti, Vicario, Deiola, Calabresi, Tramoni, Asamoah, Walukiewicz, Carboni. All.: Di Francesco
Torino (3-5-2): Sirigu ; Izzo, Nkoulou, Bremer ; Singo (44’ st Vojvoda ), Rincon , Mandragora , Lukic (34’ st Baselli ), Ansaldi ; Zaza (34’ st Bonazzoli ), Belotti . A disp.: Ujkani, V. Milinkovic-Savic, Lyanco, Gojak, Ricardo Rodriguez, Verdi. All.: Nicola
Arbitro: Orsato
Marcatori: 32’ Bremer (T)
Ammoniti: Lukic (T), Belotti (T), Simeone (C), Ceppitelli (C), Zappa (C)

Livorno, articolo pubblicato dalla redazione il 21 Febbraio 2021

Pubblicità locale


RIPRODUZIONE RISERVATA Radio Nuova Network
leggi e diffondi #ilgazzettinodilivorno.com Radio Nuova Network punto com
Quotidiano indipendente












Il Gazzettino di Livorno, il quotidiano indipendente della città di Livorno, invita alla visione delle interessanti proposte pubblicitarie a Voi dedicate. Grazie per la gentile attenzione
http://playsistem9.wixsite.com/publigold

ads1

Ads2 Ads3

Ascolta RNN

tututu

LIVE OFFLINE
track image
Loading...